Il valore dell’influenza delle celebrità per gli artisti neri

Arte dell’immagine nera
  • Condividi
di: Tresa Chambers

Valore dell’influenza delle celebrità per gli artisti neri

Il potere di avere opere d’arte in mostra a Art Basel Miami Beach non può essere sottovalutato. Come mezzo per presentare artisti affermati ed emergenti ad un mercato globale per decenni, Art Basel Miami Beach (ABMB) offre agli artisti e ai collezionisti che convergono sul Scene ogni anno durante la prima settimana di dicembre l’esposizione è paragonabile solo alle sue esposizioni gemellate in Europa e Asia. Per gli artisti black emergenti, cosa Art Basel Miami Beach ha inaugurato è un’ondata di celebrità che possono o non possono avere alcun reale interesse per l’acquisto di arte, ma i cui riflettori dei media hanno, per associazione, creato piattaforme che hanno permesso alle celebrità interessate di acquisire consapevolezza di questi artisti che spesso si traducono in maggiore esposizione e a volte per l’acquisizione.

L’artista Danny Simmons è stato spesso una figura di spicco in Art Basel Miami Beach negli anni. Non ha solo esibito, ma ha anche sostenuto i talenti emergenti neri nel modo più critico. Ha comprato la loro arte. Ora, in collaborazione con fratelli Russell Simmons e Joseph "Rev. Esegui "Simmons, Danny sta migliorando il suo impatto tramite il Rush Philanthropic Arts Foundation , che mira a "riempire il Gap che i diseredati e le persone di colore hanno affrontato sia l’accesso alle arti che le opportunità espositive ". Durante Miami Art Week , che si sovrappone ad ABMB, la Fondazione collabora con il marchio internazionale di liquori Bombay Sapphire per un concorso artistico, la Artisan Series, portando artisti da tutto il paese a esporre il proprio lavoro in un momento in cui 250.000 i visitatori viaggiano nella regione.

Oltre ai fratelli Simmons, la star dell’hip hop, Swizz Beatz, ha prodotto la No Commission Art Fair che si è tenuta durante ABMB 2015 e ha presentato talenti emergenti locali e nazionali, generando vendite di artisti per un totale di oltre $ 1 milione di dollari. Tuttavia, Swizz non intende tornare a Miami di nuovo in 2016 e invece prevede di organizzare un evento simile nella sua città natale, il Bronx.

Tuttavia, non sono artisti di spicco come Simmons e Edouard Duval Carrie , l’artista di fama mondiale haitiano che vive a Miami, che ha bisogno di un riflettore celebrità. Possono reggere il confronto con gli artisti rappresentati nelle principali mostre ABMB. Sono gli artisti emergenti e regionali che possono avere interesse a conquistare l’attenzione di una celebrità con un mega-seguito dei social media che potrebbe gettarli alla fama. Ciò che tende anche a guidare l’esposizione dell’artista è il gallerista o il curatore che influenza le celebrità. In un articolo del New York Times su Solange Knowles 2015 apparizione in ABMB, ha condiviso che ha acquisito la sua arte con la guida della Jack Schainman Gallery di New York.

La discrezione con cui vengono effettuati tali acquisti porta alcuni a dubitare dell’impatto delle celebrità sull’arte nera Scene , in particolare. "È un onore avere persone famose che collezionano arte", dice Trina Slade-Burks, che gestisce la carriera di suo marito, Anthony Burks, un artista emergente con sede in Florida. Mentre ottenere l’attenzione delle celebrità può avere i suoi inconvenienti. "Molte celebrità sentono di meritare di ottenere l’arte gratuitamente perché sono una celebrità", continua Slade-Burks. "Il che significa che non sostengono fiscalmente l’artista, ma credo che tutti siano coinvolti nel sentire che è una buona mossa di pubbliche relazioni per" esposizione "." Il lavoro di Mr. Burks è stato presentato al SCOPO Miami Beach competizione per il terzo anno consecutivo.

Come molte delle fiere d’arte che si svolgono durante la Miami Art Week, SCOPE, che è al suo 16 ° anno ed è stato riconosciuto come l’incubatore originale per il lavoro emergente nella regione, è un luogo per tutti gli artisti emergenti. Gli eventi che presentano opere della diaspora africana, cubana e haitiana di Miami tendono ad essere di dimensioni più ridotte, sebbene alcuni degli artisti rappresentati affermino di aver venduto i loro pezzi alle celebrità senza fanfare. Wil Simpson , un abile artista afroamericano di Miami, è rappresentato da Al Huggins, proprietario di una delle più grandi imprese artistiche emergenti nel sud della Florida, che ospiterà la sua personale vetrina nel Mind Warehouse di Miami. Nel giro di un anno, Simpson è passato da uno spettacolo a più di 50 e Huggins afferma con orgoglio che il lavoro di Simpson è stato acquisito da atleti professionisti, personaggi politici nazionali e celebrità televisive.

Mentre alcuni artisti potrebbero trovare eccitante cavalcare l’esposizione mediatica delle celebrità in città per le festività legate all’ABMB, il vero valore può essere stimato solo. Pochi artisti sono interessati a condividere le notizie di un’acquisizione di celebrità e le celebrità che tendono a venire a una festa più spesso di un acquisto lasciano il valore della loro associazione in questione. "Fa male agli artisti quando le celebrità non comprano o non hanno conoscenza delle arti visive", dice Huggins. O, osserva, gli artisti visivi potrebbero invece trovarsi in una concorrenza non prevista. "Loro (le celebrità) rubano i riflettori agli artisti durante il periodo di Basilea".

Maggiori informazioni sugli eventi a Miami

{{item.title}}

{{item.title | limitTo: 55}}{{item.title.length > 55 ? '...' : ''}}

{{item.description | limitTo: 160}}{{item.description.length > 160 ? '...' : ''}}

{{ctrl.swiper.activeIndex + 1}} / {{ctrl.swiper.slides.length}}

Cosa fare nelle vicinanze

Scegli una categoria

Powered by Translations.com GlobalLink OneLink Software