Banner Immagine

Le gemme nascoste che non hai esplorato

Quando la temperatura è balsamica e i caldi venti costieri attraversano, è chiaro perchè Miami è diventato il luogo di vacanza ideale per l'elite alla ricerca del tempo libero fino alla fine del 1800. In uno di quei giorni perfetti di recente, un trio di coloro che cercavano la cultura è venuto a Miami per trovare il battito cardiaco di questa città che pochi dei viaggiatori di oggi si trovano a vedere.

Vai oltre la costa del sole, e la vivace metropoli si estende in una rete di quartieri che rappresentano il mix ricco e diversificato di persone che si sono stabilite qui. I cubani si riunirono a Little Havana, gli indiani occidentali convergono in Little Haiti e gli sviluppatori e gli artisti crearono insieme il quartiere artistico di Wynwood - tutto in tutta la città, tali micro-regioni si sono aperte. Recentemente, Miami è entrata in proprio con una comunità che si rende conto della sua forza in quella diversità e un'energia fresca che permea tutto dal cibo all'architettura alle arti.

Mentre si spostano da un quartiere all'altro, si seguono profumi familiari: l'odore distinto di sabbia cotta, aria salata, fiore d'arancio e tabacco fumoso (che un maestro profumatore ha tentato di mettere in bottiglia nei primi anni 2000). Questi sono gli inebrianti souvenir che ti ricordano a lungo di Miami dopo che sei andato via. Venite a scoprire Miami attraverso gli occhi di tre turisti - esperti di cibo, design e architettura.

Gusto


Jane Ko
 
Jane Ko (@atasteofkoko) - Jane è il blogger dietro A Taste of Koko, il cibo e il blog di viaggio di Austin. Jane ama la scena di ristoro di Miami - un mix saporito di cucina autentica, mamma-e-pop ristoranti e ristoranti di alto livello, guidati da premiati chef. - New York Times

"Quando le persone migrano, spesso devono adattarsi e perdere la propria cultura, ma a Miami si possono tenere le tue tradizioni - la comunità fiorisce intorno alla diversità".

Un Viaggio di Miami di Blogger di Food Blog

 di 

Assaporare la cucina

Come tutti i veri amanti del cibo, Jane Ko ha avuto fame per saperne di più sulle istituzioni nazionali, gli agricoltori dietro i menu e le proprietà artigianali locali che precedono le tendenze alimentari buzzy.

Si è avventurata alla storica Overtown per una ricca prima colazione a Jackson Soul Food, dove le ricette passate sono mantenute vive in piatti come il pesce gatto, la salsiccia alla griglia e le costole di barbecue. "La salsiccia divisa era la mia preferita", dice Ko. "È grigliato per essere perfettamente croccante da entrambi i lati." Ko dice che apprezza l'attenzione del ristorante su piatti semplici e saporiti che lei dice sono "solo buon cibo fatto con amore".

Mentre usciva dal ristorante, Ko si fermò a studiare sette decenni di storia montati sulle pareti, tra cui alcuni ritratti inconsueti con ospiti celebri, come i cantanti e cantanti blues che hanno suonato a Overtown negli anni '40, quando la ricca scena musicale del quartiere ha guadagnato è il nome di "Little Broadway". "Si può dire che questo è un business di famiglia dal momento in cui si cammina", dice. "Anche se non sono legati al sangue, sono tutti familiari e trattano gli ospiti nello stesso modo".

Prendendo coscienza del fatto che il clima tropicale di Miami lo rende un paradiso non solo per gli esseri umani, ma anche per i frutti stellati, i lychee e le zucchero da zucchero difficili da trovare, Ko ha vagato più lontano dalla città alla ricerca di questi tesori commestibili.

Circa 45 minuti a sud ovest del centro di Redland, un'area affettuosamente chiamata per il suo terreno ricco di ferro, c'è più prodotto di quanto non ci siano persone. Uno dei suoi tutori è Robert Moehling di Robert Is Here Fruit Stand e Farm, un'azienda agricola di 40 acri e un mercato all'aperto che è nato nel 1959 quando Moehling era un bambino che vendeva cetrioli da un cestello lungo la strada.

Ko ha raccolto una guanábana di 12 libbre (chiamata soursop in inglese). La descrizione scritta a mano promette di abbassare la pressione sanguigna, combattere le infezioni e magari anche curare il cancro. "Questo posto è un gioiello", dice Ko. "Tutte le etichette ti dicono da dove vengono le cose, e Robert cresce molto (produrre) in azienda".

Mentre si stabilì in un tavolo da pic-nic con uno dei leggendari frullati di Moehling fatti da frutta mamma cremosa, si avvicina una donna più sportiva anziana, indossa un cappello di tweed floppy, pantaloni turchesi e una fitta margherita di perle. "Voglio solo che tu sappia che non troverai frutti migliori a nessuna parte", assicura la donna Ko.

Sotto la strada, presso l'azienda vinicola e birrificata di Schnebly Redland di proprietà familiare, la bontà viene tradotta in birre e vini di frutta (il vino avocado è un trattamento raro e gusti asciutti, come il sauvignon blanc, mentre la casa CocoVino porta la dolcezza della noce di cocco ). "Stanno prendendo frutta che altrimenti andrebbero a perdere perché sono macchiati o" imperfetti ", trasformandoli nei vini più incredibili", dice Ko.

Di nuovo nella città, Ko impara come gli chef rievocano la ricchezza di influenze globali nei loro piatti creativi, come il gambero di tempura con aji amarillo e marmellata di mango al ristorante Panorama & Sky Lounge all'ottavo piano del Sonesta Coconut Grove Hotel. Lei va per il cibo e non può fare a meno di rimanere per la vista - un panorama impressionante che si affaccia sulla baia di Biscayne punteggiato a vela.

Mentre Ko guarda il tramonto sull'Atlantico, arriva dessert - arroz con leche, un latino americano, che prende il gelato fritto. Lei è molto colpita dalla gamma degli alimenti in città: "Gli chef hanno accesso agli ingredienti in cui sono abituati nei loro paesi a causa del clima qui, e la città è anche così accettabile", dice. "Quando le persone migrano, spesso devono adattarsi e perdere la propria cultura, ma a Miami, si può tener conto delle tue tradizioni - la comunità fiorisce intorno alla diversità".



Sentire


Justina
 

Justina Blakeney (@justinablakeney) - Justina Blakeney è un designer, artista e autore del libro più venduto del New York Times, The New Bohemians. Con una passione per il colore, il pattern e le piante, Justina e il suo blog, The Jungalow, sono diventati rapidamente la fonte di go-to per l'ispirazione bohemien design. - New York Times.

"Il sapore afro-cubano-latino parla al mio aspetto estetico. Io sono multirazziale, quindi faccio gravità verso l'arte, gli oggetti e gli arredi che sono un mix di influenze diverse. Lo vedo eco a Miami. "

Miami Journey di un designer

 di 

Get Inspired by Design

L'arte è un tema prevalente in tutta Miami, e l'apprezzamento del designer Justina Blakeney per l'arredamento moderno di metà secolo e le piante tropicali la conduce ad alcune delle gemme ispirate all'arte della città.

L'hotel Standard Spa di Miami Beach è una delle prime tappe. Gli appassionati di storia di design si affacciano su questa incantevole cornice ornata da dettagli particolari come le sedie a dondolo realizzate dal genio di mobili danesi Hans Wagner. "Lui è il nonno della modernità", dice Blakeney, sorpreso di apprendere che, a differenza di molti rari mobili d'epoca trovati in alberghi, questi curiosi incontaminati sono originali. Fuori nel giardino del labirinto della spa, si ferma per ammirare le orecchie di elefanti, i fichi a foglia di foglia e le foglie di palma che si costruiscono l'uno sull'altro per creare camere "verdi" dove i tipi creativi sovraccarichi vanno a scollegarsi.

Blakeney spesso incorpora piante nel suo lavoro, quindi cerca un'ispirazione più naturale per i suoi futuri progetti tessili al Fairchild Tropical Botanic Garden.

L'oasi di 83 ettari di Coral Gables, costruita nel 1938, ha un conservatorio di farfalla e una foresta pluviale di serra piena di rare epifite, bromeliad e felci. "Mi piace vedere come le piante interagiscono qui", dice, ammirando la loro tendenza a crescere intorno e in cima all'altro. "C'è questa cameratina che non vedo in altri luoghi".

Il designer si avvicinò ad un albero di eucalipto arcobaleno. "Non ho mai visto uno nella vita reale", dice, ammirando la bellezza australiana il cui tronco Technicolor è creato come la corteccia allunga strati ogni anno. "Questo è il modo in cui ottengo molte idee, visto che cosa succede in natura. I colori qui sono così vividi ".

Poi ha fatto un giro a piedi del distretto Art Deco di South Beach, una delle concentrazioni più grandi di questo stile di architettura del XX secolo nel mondo. Miami non ha inventato l'arte deco, ma alcuni degli elementi più vivaci e artisticamente rielaborati dello stile brillano più brillanti: i motivi nautici utilitaristici, come gli oblò (un preferito per Blakeney), le forme capricciose ei balconi spazzati.

Lungo il quartiere di Lummus del distretto, lungo la strada del 1930 Casa Casuarina (ex palazzo di moda di Gianni Versace), l'attenzione di Blakeney è deviata dal saliscendi e dalla caduta del mulino della moda al fascino naturale di Miami: un cluster di alberi di uva vicini e loro le ciliegie, le foglie a forma di cuore che erano disseminate attraverso il prato attirarono l'occhio. "Li chiamiamo" foglie di cartoline ", ha spiegato la guida. Le foglie di grandi dimensioni possono essere stampate e inviate come posta di lumaca. "Puoi letteralmente inviare un pezzo di casa sulla spiaggia". Blakeney ha preso il suo tempo scegliendo le più grandi e più lisce. "Mia figlia farà scorrere quando lo otterrà".

Blakeney ha continuato a pianificare il futuro, a Wynwood, dove il proprietario e l'artista, Paloma Teppa, conduce la conversazione nazionale sulla moderna orticoltura e la verdure urbana urbana con i suoi capricciosi impegni sugli impianti e gli arrangiamenti. "È come se stesse dipingendo con piante", dice Blakeney, sorpreso dal lampadario a pianta d'aria che è parti uguali e lucido e etereo, dipinto di bianco opaco e drappeggiato di muschio.

Come Ko, Blakeney apprezza come le culture si fondono per creare un aspetto unico nella città: "Il sapore Afro-Cubano-Latino parla al mio aspetto estetico. Io sono multirazziale, quindi faccio gravità verso l'arte, gli oggetti e gli arredi che sono un mix di influenze diverse. Lo vedo eco a Miami. "



Vedere


Paolo
 

Paul Octavious (@pauloctavious) - Paul Octavious è un fotografo, designer e narratore con un punto di vista unico e talento per l'utilizzo di oggetti ordinari per creare qualcosa di nuovo e interessante. Come appassionato di architettura, Paul è stato disegnato per i brillanti layout di Miami, le linee geometriche nitide e l'abbondanza di vetro per riflettere il cielo e l'acqua, riflettendo possibilità infinite - New York Times

"I locali sembrano avere un profondo apprezzamento per il design e l'arte, e la città lo soddisfa con spazi che ti fanno pensare o sognare".

Un viaggio di Miami del fotografo

 di 

Scopri la grande architettura

Lo skyline di Miami sta rapidamente evolvendo, ogni edificio apparentemente più impressionante dell'ultimo. Il fotografo Paul Octavious nota immediatamente. "A differenza di altre città", l'architettura di Miami ha una voce ", dice. "Gli edifici servono funzioni sia di scopo che di bellezza".

Lo vide prima in SLS Brickell, un nuovo ibrido hotel-condo dotato di Philippe Starck, un eroe di design noto per il suo approccio industriale, che presenta un'impressionante collezione d'arte (tra cui una scultura del maestro colombiano Fernando Botero che si erge di fronte a hotel) e due ristoranti guidati da James Beard che hanno premiato chef.

Anche se l'individualità è re, ci sono alcuni paralleli nel panorama contemporaneo di Miami: i progetti più recenti sono progettati con piani luminosi e aperti, linee geometriche nitide e un sacco di vetro per riflettere il cielo e l'acqua, riflettendo possibilità infinite. "I locali sembrano avere un profondo apprezzamento per il design e l'arte e la città soddisfa quello con spazi che ti fanno pensare o sognare", dice Octavious.

Come molti appassionati di architettura, Octavious è stato in attesa dell'apertura del centro storico di Frost Museum of Science, una bellezza di $ 305 milioni che si distingue per il suo alto design. Il centro scientifico, che sta aprendo la strada per il design creativo del museo, sfrutta l'impostazione costiera di Miami, in blu, con un layout interno all'aperto che consente di muoversi senza sosta tra gli spazi.

"Basta guardare questo posto - i musei non dovrebbero sembrare come questo. Beh, sono, ma in genere non lo fanno. Certamente non sono cresciuto con qualcosa di simile ", afferma, riferendosi all'acquario a tre livelli, un planetario dotato di proiezione ad alta definizione che si trova solo su una manciata di schermi in tutto il mondo e uno spettacolo laser. "Sono ossessionato dai prismi e dagli arcobaleni", dice.

Il Frost Museum of Science fa parte di un nuovo quartiere di intrattenimento che sta rinvigorendo Downtown Miami. Attraverso la strada, il ritratto ritardato dell'architetto iracheno Zaha Hadid si blocca dalle ossa di quello che sarà il suo ultimo regalo al mondo: una torre residenziale in stile esoscheletrico che si sviluppa su 62 piani, denominata 1000 Museum. "Gli architetti femminili sono così sottovalutati", dice Octavious. "E qui, la sua foto viene visualizzata come lei è una rock star, che era". Quando sarà completato nel 2018, il Museo 1000 sarà anche l'unico grattacielo di Hadid nell'emisfero occidentale.

Il quartiere di Miami Design ha aperto la strada per questo sviluppo artistico. Il borgo perfettamente costruito unisce il lusso al dettaglio con il design per creare un hub di comunità dove l'accesso all'alta arte viene democratizzato attraverso due installazioni pubbliche e due musei contemporanei gratuiti al pubblico.

Più tardi quest'anno, il distretto accoglierà un nuovo Istituto di Arte Contemporanea di Miami (ICA Miami), un progetto di due anni nella realizzazione che viene costruito completamente da donazioni. "La gente pensa che l'arte contemporanea sia solo per le persone ricche o che sia tutto molto costoso, ma non deve essere così", dice Tommy Pace, direttore associato a ICA Miami, mentre camminava Octavious attraverso il cantiere. "Vogliamo che tutti a Miami si sentano come questo museo è loro".

La conservazione è anche importante: i locali cercano di proteggere le icone come il simbolo di Stiltsville. Per ottenere un assaggio di questa parte della vecchia Florida, Octavious ha preso un giro di yacht al tramonto verso il cluster di case di clapboard appollaiato su palafitte, a un chilometro dal litorale del parco nazionale di Biscayne. Le case sovrapposte entrano in vista, mentre Octavio ha seguito lo storico, il dottor Paul George, mentre ha sottolineato le caratteristiche e le leggende. "È quello in cui Teddy Roosevelt ha avuto la sua festa di scapolo - la sua seconda", dice a Octavious.

La leggenda lo ha, la prima baracca è stata costruita da un pescatore che ha iniziato a vendere la chowder e l'esca da una barca battuta fuori dalla costa negli anni '30. Altri seguirono, e negli anni '60 c'erano 27 bungalow che costituivano una comunità di week-end con il proprio sindaco non ufficiale. La maggior parte di loro sono stati spazzati via dagli uragani, ma il sito è ancora sognante. "Pensavo che in un primo momento fosse un'installazione d'arte", dice Octavious. "Non credevo che fosse reale."

La storia di cui sopra è stata scritta e prodotta dal The New York Times 'TBrandStudio e può essere visualizzata nel suo formato originale Qui .
Portions of this page translated by Google.